La Scuola di psicoterapia dinamica Bios Psychè, riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, con Decreto Ministeriale del 15/11/2018, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 282 del 4/12/2018, istituisce Corsi di specializzazione in Psicoterapia.
La Scuola nasce con lo scopo di formare alla psicoterapia ad orientamento psicodinamico-relazionale i laureati in Medicina e Chirurgia o in Psicologia.

Indirizzo Teorico-Metodologico

La Scuola si fonda su un collaudato indirizzo psicodinamico-relazionale e sulle nuove teorizzazioni di Psicologia dello Sviluppo che hanno ricevuto conferme dai progressi delle Neuroscienze.

Tale indirizzo psicodinamico è basato sull’elaborazione teorica e metodologica del Prof. Massimo Fagioli e viene integrato con gli assunti principali della psicopatologia fenomenologica e delle ricerche sulla mente non cosciente, avvalorate dalle ultime acquisizioni della neurofisiologia della nascita e dei primi mesi di vita.

Questa impostazione di base viene inserita in un rigoroso impianto scientifico di Psicodiagnostica, Psicologia dello sviluppo, Psicologia dinamica e Psichiatria che nell’insieme costituiscono la base teorico-clinica sulla quale si fonda l’intero percorso formativo del quadriennio.

Organizzazione

Organi dirigenti della Scuola:

  • Direttore della Scuola: Prof. Gianfranco De Simone
  • Coordinatore Didattico: Prof. Paolo Fiori Nastro
  • Rappresentante Legale: Dr. Antonio Marinelli
  • Membri del Comitato Scientifico: Prof. Gabriele Cavaggioni (Coordinatore), Prof. Gianfranco De Simone, Prof. Paolo Fiori Nastro.
  • Membri del Consiglio Direttivo: Dr.ssa Francesca Fagioli, Dr.ssa Marcella Fagioli, Dr. Andrea Filippi, Dr. Andrea Masini, Prof. Federico Masini, Dr.ssa Elena Pappagallo.

 

Comitato Scientifico

Il Comitato Scientifico è un organismo di indirizzo scientifico e progettuale che si riunisce almeno due volte l’anno. Esso è composto da 3 membri: il Coordinatore del Comitato Scientifico, il Direttore e il Coordinatore Didattico. Il Comitato è chiamato a dare un parere preventivo sulle convenzioni con le strutture esterne, riceve dal Consiglio Direttivo una relazione annuale sull’attività scientifica e didattica svolta dalla Scuola e invia ogni anno ai competenti uffici del MIUR una relazione illustrativa programmatica e una relazione consuntiva delle attività e dei programmi della Scuola.

 

Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è l’organismo dirigente operativo della Scuola che si riunisce almeno 8 volte l’anno. Esso è composto da 9 membri: il Direttore, il Coordinatore Didattico, il Rappresentante Legale e 6 consiglieri. Al Consiglio Direttivo partecipano anche n. 2 rappresentanti degli allievi che verranno individuati sulla base di elezioni indette dal Direttore della Scuola, con cadenza biennale. I rappresentanti degli allievi restano in carica 2 anni e sono rieleggibili.

Il Consiglio Direttivo:

  • nomina i docenti di ciascun corso, anche reperendo docenti esterni alla Scuola;
  • fissa le date delle prove di esame;
  • nomina le Commissioni per gli esami di fine anno e per i Diplomi di specializzazione. Ciascuna commissione sarà presieduta dal Direttore della Scuola o, in sua assenza, dal Coordinatore Didattico;
  • predispone una relazione annuale sull’attività didattica svolta da sottoporre al Comitato scientifico, e programma l’attività da svolgere l’anno successivo.

 

Consiglio dei Docenti

Il Consiglio dei Docenti è l’organismo composto da tutti i docenti e presieduto dal Coordinatore Didattico, che lo convoca ogni qual volta lo ritenga necessario per il corretto funzionamento della didattica della Scuola.

Il Consiglio dei Docenti:

  • predispone i programmi didattici relativi ai corsi (curricolari, ad eventuali seminari o workshop ed alle supervisioni dei casi clinici);
  • presenta i corsi di ciascun anno agli allievi prima dell’inizio dell’anno accademico;
  • si riunisce periodicamente per monitorare l’attività svolta dai singoli allievi e per predisporre le prove da svolgere in itinere;
  • predispone un apposito libretto formativo nel quale andranno riportate tutte le attività annualmente svolte da ciascun allievo:
    • a) la frequenza ai corsi (le assenze non devono mai superare il 20% delle ore di didattica frontale previste);
    • b) il tirocinio clinico presso gli Enti pubblici o i privati accreditati,
    • c) le valutazioni agli esami finali.

 

Coordinatore Didattico

Il Coordinatore Didattico contribuisce a garantire l’elevata qualità dell’offerta didattica: egli avrà il compito di integrare gli insegnamenti tra loro per ogni singolo anno di corso, ma soprattutto confrontare gli insegnamenti con le evidenze scientifiche che costantemente emergono nella letteratura internazionale. Tra i suoi compiti, il Coordinatore Didattico dovrà sovrintendere le seguenti azioni:

  • coordinare le attività didattiche;
  • organizzare e gestire le prove di accesso ai Corsi di Studio;
  • organizzare e gestire gli esami finali annuali e le sedute di Diploma;
  • garantire il supporto alla gestione del processo di valutazione in itinere dei singoli allievi per ciascun anno;
  • monitorare la qualità dell’offerta didattica e degli altri servizi formativi;
  • gestire il regolare funzionamento degli aspetti amministrativi dei tirocini curriculari.

Regolamento

La Scuola di psicoterapia dinamica Bios Psychè, riconosciuta dal MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca con Decreto Ministeriale del 15/11/2018, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 282 del 4/12/2018, è abilitata a istituire e ad attivare Corsi di specializzazione in Psicoterapia. La Scuola nasce con lo scopo di formare alla psicoterapia ad orientamento psicodinamico giovani laureati in Medicina e Chirurgia e/o in Psicologia secondo quanto previsto dalle norme di cui all’Art. 17 comma 96 della Legge 15 Maggio 1997, N. 127 e del relativo Regolamento di attuazione emanato con decreto del Ministro dell’Università l’11 dicembre 1998 N. 509 e pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale N. 37 del 15 febbraio 1999.

La Scuola prevede un numero massimo di 16 allievi per ciascun anno di corso.

Possono accedere alla scuola i candidati in possesso dei seguenti requisiti:

  • laurea in Medicina e Chirurgia;
  • laurea ante D.M. 509/99 in Psicologia, o laurea specialistica in Psicologia (classe 58/S) o laurea magistrale in Psicologia (classe LM-51).
  • certificato di iscrizione ai rispettivi Ordini di pertinenza;
  • qualora il candidato sia in possesso della laurea ed abbia sostenuto l’Esame di Stato, ma non sia ancora iscritto all’Ordine di pertinenza egli si impegna, se ammesso a frequentare la Scuola, ad iscriversi immediatamente all’Ordine e a darne comunicazione ufficiale alla Direzione della Scuola, inoltrando la relativa documentazione;
  • qualora il candidato ammesso a frequentare la Scuola non abbia ancora sostenuto l’Esame di Stato, verrà iscritto con riserva e si dovrà impegnare a conseguire l’abilitazione professionale entro la prima sessione utile successiva all’inizio dei corsi. Dovrà quindi iscriversi all’Ordine di pertinenza e darne comunicazione immediata alla Direzione della Scuola, inoltrando la relativa documentazione. Qualora il candidato abbia superato l’esame di Stato nella prima sessione possibile, egli potrà conseguire il Diploma al termine del quarto anno di iscrizione alla Scuola; se invece, per un qualsiasi motivo, egli non ha superato l’esame di abilitazione nella prima sessione utile, allora il Diploma finale potrà essere rilasciato alla fine del quarto anno di corso successivo al conseguimento dell’abilitazione (Circolare prot. n.1903 del 19 Maggio 2005 del Dipartimento per L’Università, l’Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica e per la Ricerca Scientifica e Tecnologica. Direzione Generale per l’Università).

I candidati in possesso dei requisiti richiesti possono presentare la domanda di ammissione alla selezione entro il 30 aprile dell’anno accademico antecedente l’anno in cui desiderino iscriversi (è possibile scaricare il relativo modulo dalla pagina ISCRIZIONE). I candidati possono chiedere un appuntamento per un colloquio informativo oppure compilare l’apposita domanda di ammissione alla selezione e inviarla per posta elettronica a segreteria@biospsyche.it o per raccomandata A/R indirizzata a Venti Secondi S.r.l., via di Santa Teresa 23,  00198 Roma. In quest’ultimo caso i titoli vanno presentati in busta chiusa, recante sul frontespizio il nome e il cognome del candidato. Si comunica che in caso di spedizione mediante raccomandata A/R farà fede il timbro di ricevimento e non la data di spedizione della documentazione. Il concorrente che scelga l’adozione di tale mezzo di consegna si assume i rischi di recapiti tardivi. La busta dovrà contenere: un elenco con il riepilogo dei titoli prodotti con numerazione 
progressiva, debitamente sottoscritto. Lo stesso numero d’ordine indicato sul riepilogo deve essere riportato sui singoli titoli.

La domanda deve essere corredata da:

  • copia documento di identità;
  • certificato di laurea con menzione degli esami sostenuti attinenti all’indirizzo della scuola (per i laureati in Medicina e Chirurgia: psichiatria; neurologia; farmacologia. Per i laureati in Psicologia: psicologia clinica, psicologia dinamica, psicopatologia), o copia autentica, o dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell'Art. 46 del DPR 445/2000);
  • certificato di iscrizione all’Ordine professionale di pertinenza  (o dichiarazione di consapevolezza di dover sostenere e superare l’Esame di Stato entro la prima sessione utile) o dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell'Art. 46 del DPR 445/2000;
  • curriculum formativo, professionale e scientifico in formato europeo;
  • certificazione delle esperienze pregresse o in corso;
  • certificazione di analisi personale, individuale o di gruppo, se effettuata;
  • copia del frontespizio e dell’indice della tesi di laurea;
  • copia del frontespizio e dell’indice della tesi di dottorato, se conseguito e se attinente all’indirizzo della scuola;
  • elenco, o copie in extenso, di eventuali pubblicazioni edite a stampa che risultino accettate da riviste scientifiche attinenti all’indirizzo della scuola;
  • se già conseguito, copia dell’attestato del corso di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro in base al DLgs 81/08 n. 81 (l’attestato deve riportare la dicitura “corso formazione generale e/o specifica”).

Tutti i candidati, nel periodo tra il 1 ed il 21 maggio successivo, verranno invitati ad un colloquio volto a valutare il curriculum, insieme all’effettiva disposizione e attitudine alla professione di psicoterapeuta.

La Commissione d’esame composta da tre membri del Consiglio dei Docenti nominati dal Consiglio Direttivo valuterà i titoli secondo i seguenti criteri.

Per gli esami e il voto di laurea fino ad un massimo di 10 punti, di cui:

  • Per gli esami nei settori disciplinari attinenti all’ambito della scuola (per i laureati in Medicina e chirurgia: psichiatria; neurologia; farmacologia. Per i laureati in Psicologia: psicologia clinica, psicologia dinamica, psicopatologia):
    • Per esame superato con voti da 26 a 29: 0.5 punti
    • Per esame superato a pieni voti a prescindere dalla lodi: 1 punto
  • per il voto di laurea:
    • da 99 a 109: 0.30 per punto;
    • 110: 5 punti;
    • 110 e lode: 7 punti.
  • per il curriculum fino ad un massimo di 15 punti così distribuiti:
    • tesi di laurea: max 10 punti se in disciplina attinente l’indirizzo della scuola;
    • altri titoli: max 5 punti (pubblicazioni: 2 punti; Master I livello: 0.5 punti; Master II livello: 1.5 punti; Dottorato di ricerca, in discipline attinenti all'indirizzo della Scuola: 3 punti).
  • per la prova orale fino ad un massimo di 25 punti: con questa prova saranno valutate le capacità personali, le conoscenze (i titoli di studio e accademici), le precedenti esperienze, le motivazioni, nonché l’attitudine e l’interesse nello specifico indirizzo culturale cui fa riferimento la Scuola.

La prova si intenderà superata con un punteggio superiore a 30. Qualora il numero degli aspiranti allievi sia superiore al numero dei posti disponibili per ciascun anno, la Commissione d’esame compilerà una graduatoria sulla base delle votazioni raggiunte all’esame di ammissione e, se ciò non fosse sufficiente, sulla base della data di presentazione della domanda.

Al termine delle prove la Commissione comunicherà al Direttore della Scuola l’esito delle procedure di valutazione ed il Consiglio Direttivo provvederà ad approvare un’apposita graduatoria che il 31 maggio sarà pubblicata sul sito e affissa presso la sede della Scuola. Contemporaneamente, a ciascun candidato sarà inviata tramite posta elettronica, una comunicazione circa l’esito della prova sostenuta.

In caso di esito positivo l’immatricolazione sarà perfezionata presentando alla Segreteria della Scuola il modulo di iscrizione corredato da attestazione di pagamento della prima rata della tassa annuale di iscrizione alla Scuola. In mancanza della presentazione della documentazione richiesta, la procedura di valutazione verrà considerata decaduta e contestualmente verrà data possibilità di iscrizione al primo dei candidati esclusi.

La tassa annuale di iscrizione alla Scuola è fissata in € 3.600,00 + IVA.

Il pagamento della tassa può essere suddiviso in tre rate:

  • la prima da versare entro il 30 giugno;
  • la seconda entro il 10 ottobre;
  • la terza entro il 10 febbraio.

Nel caso la scadenza della rata della tassa annuale coincida con un giorno festivo o prefestivo, verrà considerato valido il primo giorno feriale utile. Il mancato pagamento di ciascuna rata della tassa annuale sarà vagliato dal Consiglio Direttivo che, trascorsi tre mesi di inadempienza, avrà la facoltà di sospendere l’allievo dall’attività didattica dandogliene comunicazione scritta tramite posta elettronica.

Contestualmente all’iscrizione, ciascun allievo dovrà sottoscrivere per approvazione il presente Regolamento.

Compilato e firmato il modulo di iscrizione e il Regolamento, qualora, per una ragione qualsiasi, l'allievo, al di là di quale anno di corso stia frequentando, decida di ritirarsi, egli sarà tenuto a darne comunicazione scritta alla Segreteria della Scuola. Qualora ciò avvenga prima della conclusione dell’anno di corso, l’allievo è tenuto a pagare l’importo relativo al periodo trascorso dall’inizio dell’anno di corso. Per le allieve, in caso di maternità, è prevista la sospensione della frequenza ai corsi e l’esenzione, per lo stesso periodo, dal pagamento della tassa annuale. Il periodo di sospensione ha inizio all’indomani della comunicazione scritta presentata dall’allieva.

Gli allievi che desiderino trasferirsi da altra scuola dovranno presentare domanda al Direttore della Scuola entro e non oltre 60 giorni dall’inizio del successivo anno di corso. Le domande verranno prese in esame in base alla disponibilità di posti per l’anno di riferimento.

Il pagamento della rata annuale da diritto alle seguenti prestazioni:

  • frequenza alle attività didattiche dell’anno di corso;
  • assicurazione personale sugli infortuni INAIL e sulla Responsabilità Civile per il tirocinio. È garantita per la copertura delle sole 150 ore (di tirocinio) obbligatorie;
  • abbonamento alla rivista di psichiatria e psicoterapia  “Il sogno della farfalla”;
  • corso di formazione generale sulla sicurezza a “basso rischio” (4 ore) obbligatorio in materia di salute e sicurezza sul lavoro per gli inserimenti in contesti lavorativi di tirocinanti così come definito dal DLgs 81/08 all’art. 2 comma 1 lettera a. Saranno esonerati gli allievi che documentino di aver svolto tale formazione e che consegnino il relativo attestato alla Segreteria della Scuola, tenendo presente che tali attestati hanno una validità di cinque anni.

 

Ogni ulteriore costo non espressamente indicato è a carico dell’allievo. In particolare, rimangono a carico dell’allievo i costi per la visita medica di “sorveglianza sanitaria” e i corsi previsti dal DLgs 81/08 per la formazione specifica richiesti dalle sedi di tirocinio.

La tassa di iscrizione viene adeguata annualmente su proposta del Consiglio Direttivo in base all’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati, previa informazione da parte della Segreteria della Scuola.

Gli allievi non in regola con i pagamenti della tassa annuale di iscrizione alla data di conclusione delle attività didattiche annuali non possono essere ammessi agli anni successivi o all'esame di diploma.

Una volta iscritto, è indispensabile che ciascun allievo si impegni in una esperienza personale di psicoterapia individuale o di gruppo, da effettuarsi a livello privato.

La terapia personale, consistente in almeno 50 ore all’anno per i 4 anni di corso della Scuola, può essere effettuata con psicoterapeuti iscritti all’Ordine degli Psicologi o all’Ordine dei Medici, nell’apposito elenco degli Psicoterapeuti da almeno 5 anni, che  non ricoprano la carica di Direttore o Coordinatore Didattico. Gli psicoterapeuti devono aver effettuato un training di psicoterapia psicodinamica relazionale individuale o di gruppo affine all’indirizzo della Scuola. Verranno considerate valide nel computo delle 200 ore di psicoterapia personale le ore svolte anteriormente all’ammissione alla Scuola, purché debitamente certificate.

Il Consiglio Direttivo si riserva comunque il diritto insindacabile di valutazione e la decisione finale sull’ammissibilità del percorso psicoterapeutico intrapreso dall’allievo.

Le ore di psicoterapia svolte devono essere attestate annualmente sul libretto formativo di ogni allievo.

L’ammissione agli anni successivi al primo, nonché all'esame finale di diploma, è subordinata alla valutazione del profitto nei singoli corsi. Gli esami e le relative valutazioni saranno espressi con un giudizio (insufficiente, sufficiente, buono, ottimo e lodevole) dal docente responsabile della materia, al termine di ogni anno d’insegnamento sulla base delle conoscenze acquisite. Il Consiglio Direttivo, sulla base delle presenze e delle valutazioni riportate nei rispettivi libretti formativi da ciascun docente, formulerà, per ogni allievo, una valutazione globale espressa in 30esimi, che darà la possibilità di essere ammesso all'anno successivo qualora il giudizio risulti almeno sufficiente (18/30esimi).

Non potranno essere ammessi ad anni successivi allievi che non abbiano frequentato almeno l’80% delle attività formative escluse le ore di tirocinio (almeno 150) che devono essere svolte per intero. Nel caso di assenze per seri e giustificati motivi superiori al massimo definito, il Consiglio Direttivo della Scuola si riserva di valutare la possibilità di iscrivere l'allievo con riserva all’annualità successiva, stabilendo le modalità di recupero del deficit formativo. Per gli allievi del quarto anno, il recupero del deficit avverrà durante l’anno stesso.

Durante le ore di tirocinio, ciascun allievo sarà affiancato da un tutor/supervisore riconosciuto dalla Scuola. Sarà considerato eleggibile al ruolo di tutor un medico o psicologo strutturato nel servizio convenzionato con almeno 3 anni di anzianità di iscrizione all’Ordine di pertinenza, che non sia incorso in condanne e che non segua più di 2 tirocinanti per volta.

Il parere negativo del Coordinatore Didattico della Scuola impedisce comunque l’iscrizione all’anno successivo. Tale parere deve essere documentato con una relazione scritta che sarà discussa ed approvata dal Consiglio Direttivo della Scuola e successivamente inviata all’allievo.

Nel caso di un parere negativo del Consiglio Direttivo, gli allievi sono tenuti a ripetere i corsi per i quali la partecipazione e/o il profitto sono risultati insufficienti. Gli allievi non ammessi all’anno successivo sono tenuti al pagamento dell’intera tassa annuale. Gli allievi che devono ripetere parte dell’attività didattica sono tenuti al pagamento di una tassa in misura della metà delle tasse previste per gli altri allievi dello stesso anno di corso, oltre al pagamento relativo al nuovo anno.

L’iscrizione all’anno successivo si intende perfezionata con il pagamento della prima rata della tassa annuale di iscrizione, la cui ricevuta dovrà essere consegnata in copia insieme alla domanda di iscrizione all’anno di corso, debitamente compilata e sottoscritta.

Qualora la valutazione del Coordinatore Didattico sia negativa per due anni consecutivi, l’allievo verrà escluso dalla prosecuzione dei corsi della Scuola.

Per quanto attiene al giudizio di ammissione all'esame di Diploma, il calcolo andrà fatto sulla media dei giudizi dei 4 anni.

A conclusione del primo biennio, al fine di valutare il livello raggiunto da ogni allievo nel processo formativo in corso, con particolare attenzione all’integrazione tra formazione teorica ed esperienza clinica svolta nel tirocinio, gli allievi dovranno presentare un elaborato scritto che verrà discusso alla presenza di una Commissione nominata all’interno del Consiglio dei Docenti e costituita da almeno 3 membri. Tale elaborato individuale dovrà riguardare una situazione clinica, con particolare attenzione a quegli elementi della relazione attinenti all’orientamento di psicoterapia dinamica cui si ispira la didattica della Scuola. L’esito di questa prova concorrerà alla valutazione e all’attribuzione della votazione annuale, che sarà espressa dal Consiglio Direttivo anche sulla base della valutazione ottenuta nei singoli corsi frequentati.

Si può accedere all’anno di corso successivo solo dopo aver terminato le ore di tirocinio previste per l’anno in corso.

Si accede all’esame di diploma avendo saldato ogni pendenza economica con la Scuola.

L'esame finale di Diploma prevede la presentazione e discussione di una tesi di argomento clinico di almeno 50 cartelle, nella quale gli allievi dimostrino di aver assunto in prima persona, con supervisione e/o in sede di tirocinio, la responsabilità di condurre un trattamento terapeutico duale o gruppale. La tesi verrà presentata e discussa con la Commissione nominata dal Consiglio Direttivo e presieduta dal Direttore della Scuola o, in sua vece, dal Coordinatore Didattico.

È facoltà del Coordinatore Didattico, sentito il relatore di tesi, rinviare la presentazione della tesi qualora la stessa non sia ritenuta adeguata a rispondere ai requisiti indicati sopra. Il relatore di tesi deve essere un docente della Scuola che segue l’allievo nella composizione e stesura dell’elaborato.

Sulla base di quanto previsto dall’art. 7 comma 5 del DM 509/98 è possibile l’immatricolazione da altra scuola riconosciuta dal MIUR con i seguenti vincoli:

  • La scuola di provenienza deve avere affinità nell’indirizzo teorico-culturale.
  • L’iscrizione è possibile solo se, per l’anno di immatricolazione in questione, esiste un posto libero entro quelli concessi dal Ministero. Non è autorizzata una iscrizione in soprannumero.
  • I candidati possono chiedere un appuntamento per un colloquio informativo oppure compilare l’apposita domanda di ammissione alla selezione e inviarla per posta elettronica o  posta ordinaria, indirizzata a “Venti Secondi S.r.l”, via di Santa Teresa 23, 00198 Roma, corredata di:
    • copia documento di identità;
    • certificato di laurea con menzione degli esami sostenuti attinenti all’indirizzo della scuola (per i laureati in Medicina e Chirurgia: psichiatria; neurologia; farmacologia. Per i laureati in Psicologia: psicologia clinica, psicologia dinamica, psicopatologia), o copia autentica, o dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell'Art. 46 del DPR 445/2000);
    • certificato di iscrizione all’Ordine professionale di pertinenza (o dichiarazione di consapevolezza di dover sostenere e superare l’Esame di Stato entro la prima sessione utile) o dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell'Art. 46 del DPR 445/2000;
    • curriculum formativo, professionale e scientifico in formato europeo;
    • certificazione delle esperienze pregresse o in corso;
    • certificazione di analisi personale, individuale o di gruppo, se effettuata;
    • copia del frontespizio e dell’indice della tesi di laurea;
    • copia del frontespizio e dell’indice della tesi di dottorato, se conseguito e se attinente all’indirizzo della scuola;
    • elenco, o copie in extenso, di eventuali pubblicazioni edite a stampa che risultino accettate da riviste scientifiche attinenti all’indirizzo della scuola;
    • se già conseguito, copia dell’attestato del corso di formazione in materia di salute e sicurezza sul lavoro in base al DLgs 81/08 n. 81 (l’attestato deve riportare la dicitura “corso formazione generale e/o specifica”).
  • Il Consiglio Direttivo, a seguito di colloquio del Direttore con il candidato, valuta la posizione del candidato e propone l’anno di immatricolazione, con l’indicazione di eventuali debiti formativi.
  • Il Consiglio Direttivo può valutare e disporre, in base ai medesimi criteri le iscrizioni di allievi già in possesso di Diplomi di Specializzazione in Psicoterapia conseguiti in indirizzi teorico-culturali affini o diversi da quello della Scuola di nuova iscrizione.

Carta dei servizi

Introduzione

La Scuola di psicoterapia Bios Psychè segue un indirizzo evolutivo, ambientale-relazionale
che si propone di indagare la mente cosciente e non cosciente partendo da un’ampia
prospettiva secondo cui 1) lo sviluppo normale, la psicopatologia e il trattamento si
configurano in modo relazionale; 2) le relazioni interumane primarie hanno un ruolo
basilare nella genesi della personalità e delle psicopatologie; 3) gli aspetti intrapsichici si
costituiscono soprattutto in base a interiorizzazioni di esperienze interpersonali a partire da
una iniziale reazione della realtà biologica all’ambiente esterno.

Questa impostazione di base viene inserita in un rigoroso impianto scientifico di
Psicodiagnostica, Psicologia dello sviluppo, Psicologia dinamica e Psichiatria che nell’insieme
costituiscono la base teorico-clinica sulla quale si fonda l’intero percorso formativo del
quadriennio.

Scarica la Carta dei Servizi completa